135. Tappezzeria di luci e ombre

In un edificio con livello di luce uniforme, ci sono pochi "luoghi" che funzionano come ambienti efficaci per gli eventi umani. Ciò accade perché, in larga misura, il luoghi che hanno impostazioni efficaci sono definiti dalla luce. 

134. Veduta zen

La vista zen archetipica si verifica in una famosa casa giapponese, che dà questo pattern il suo nome.

133. La scala come palcoscenico

Una scala non è solo un modo per passare da un piano all'altro. La scala è essa stessa uno spazio, un volume, una parte dell'edificio; e se questo spazio non è fatto per vivere, sarà un punto morto, e lavorerà per disconnettere l'edificio e per fare a pezzi i suoi processi.

132. Corridoi brevi

"... corridoi lunghi e sterili fanno da scenario a tutto ciò che è brutto nell'architettura moderna."

131. Da una stanza all’altra

Il movimento tra le stanze è importante quanto le stanze stesse; e la sua disposizione ha tanto effetto sull'interazione sociale nelle stanze, quanto gli interni delle stanze stesse. 

130. La stanza d’ingresso

Arrivando in un edificio, o uscendo da esso, è necessario lo spazio per il passaggio, sia all'interno dell'edificio che al di fuori di esso. Questa è la sala d'ingresso.

129. Spazi comuni al centro

Nessun gruppo sociale - che sia una famiglia, un gruppo di lavoro o un gruppo scolastico - può sopravvivere senza un costante contatto informale tra i suoi membri.

128. Luce solare all’interno

Se le stanze giuste sono rivolte a sud, una casa è luminosa, solare e allegra; se le stanze sbagliate sono rivolte a sud, la casa è buia e cupa.

127. Gradiente di intimità

A meno che gli spazi di un edificio non siano disposti in una sequenza che corrisponda al loro grado di riservatezza, le visite fatte da estranei, amici, ospiti, clienti, familiari, sarà sempre un po' imbarazzata. 
ridone.net::patterns
error: Content is protected !!