Le stanze troppo chiuse impediscono il flusso naturale delle occasioni sociali e il processo naturale di transizione da un momento sociale all’altro. E le stanze troppo aperte non supportano la differenziazione degli eventi che richiede la vita sociale.

quindi:

regola le pareti, le aperture e le finestre in ogni spazio interno finché non si raggiunge il giusto equilibrio tra spazio aperto e fluente e spazio chiuso come una cella. Non prendere per scontato che ogni spazio sia una stanza; né, d’altro canto, che tutti gli spazi debbano fluire l’uno nell’altro. L’equilibrio giusto sarà sempre compreso tra questi estremi: nessuna stanza completamente chiusa; e nessuno spazio completamente collegato ad un altro. Usa combinazioni di colonne, pareti semiaperte, porticati, finestre interne, porte scorrevoli, davanzali bassi, porte francesi, pareti per sedersi e così via, per raggiungere il giusto equilibrio.

  • N.B. Consulta sempre il testo originale per la completa comprensione del pattern.


    Lascia una risposta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    ridone.net::patterns
    error: Content is protected !!